Vivaistica: riproduciamo esclusivamente da seme specie appartenenti alla flora autoctona dell’Appennino Settentrionale, distribuite dalla pianura all’area di crinale, con particolare attenzione per quelle più rare o in via di rarefazione. Alle essenze mediterranee dedichiamo un piccolo settore in cui prevalgono le specie a nostro avviso adatte ad essere utilizzate negli ambienti collinari anche dell’entroterra; ci piace tuttavia sperimentarne altre, sia per soddisfare la nostra curiosità botanica che per verificarne l’adattabilità ad ambienti “padani”: Euphorbia dendroides, Pistacia lentiscus, Medicago arborea, Quercus coccifera, Quercus trojana sono alcuni esempi. La coltivazione in vivaio avviene seguendo i principi dell’agricoltura biologica nella convinzione che, con metodi ecologicamente corretti e materiale di origine naturale, sia più probabile ottenere piante equilibrate e reattive all’impianto. La produzione consiste principalmente in semenzali di età compresa tra 1 e 3 anni, allevati in contenitori con fondo a rete, di capacità variabile tra 0,5 e 1,5 litri. Abbiamo inoltre piccoli quantitativi di piante di maggior età e sviluppo, per cui utilizziamo contenitori di dimensioni adeguate. A pieno regime il vivaio contiene da 50.000 a 100.000 piante. Finora ci siamo occupati principalmente di specie arboree e arbustive, con speciali esperienze di coltivazione di essenze aromatiche; in futuro ci proponiamo di sperimentare la riproduzione di erbaceee e suffruticose, con particolare riguardo per quelle specie caratteristiche di ambienti a rischio.

vivaio

piante mediterranee cassette

cassette